CHEESECAKE AI FRUTTI DI BOSCO

Buongiorno cari lettori,
ieri ho inaugurato il “Mese delle Cheesecake”, un rinfrescante progetto fatto di ricette e consigli che vi guideranno in queste calde settimane estive, alla scoperta di tutto quello che c’è da sapere su un dolce che ha ormai conquistato il palato e il cuore dei buongustai di tutto il mondo.

DSC_0360
Dolce o salata, cotta o fresca da frigorifero, alle creme o alla frutta, la cheesecake è il dessert più azzeccato per i mesi di luglio e di agosto, quando una fetta di crema ai formaggi, adagiata su un croccante strato di biscotti, è la soluzione perfetta per una colazione genuina, un fine pasto con i fiocchi o una sfiziosa merenda.

DSC_0391 copia
Cosa vi aspetta quindi nelle prossime pubblicazioni? Vi attendono tante versioni differenti del dessert più versatile mai ideato, rivisitato in mille modi differenti: trionfi di sapori e accostamenti azzardati, con questo progetto voglio riuscire ad accontentare i vostri gusti, per conquistarvi tutti, anche chi non è ancora un grande amante delle cheesecake.

DSC_0366
Questa mattina partiamo con una delle versioni più classiche della cheesecake, una delle alternative più semplici per cucinare questo dolce, e forse una delle più vincenti. Una ricetta fatta di passaggi facili, senza cottura, preparata con la fragranza dei biscotti secchi, il perfetto mix di formaggi e tanta, tanta frutta!

DSC_0384 copia
INGREDIENTI:
(dose per una tortiera da 24 cm)

PER LA BASE:
250 g biscotti secchi
130 g burro

PER IL RIPIENO BIANCO:
250 g ricotta
160 g philadelphia
50 g zucchero a velo
9/10 g colla di pesce
20 g latte
200 ml panna fresca

PER IL RIPIENO AI FRUTTI DI BOSCO:
250 g ricotta
160 g philadelfia
50 g zucchero a velo
9/10 g colla di pesce
20 g latte
200 ml panna fresca
100 g marmellata ai frutti di bosco

PER LA GLASSATURA:
150/200 g marmellata ai frutti di bosco

PER LA DECORAZIONE:
frutti di bosco freschi
foglie di menta

PROCEDIMENTO:

  1. PER LA BASE: In un mixer, frullare i biscotti secchi fino a renderli polvere, e versali in una terrina. Sciogliere il burro fino a renderlo fuso, versarlo nella terrina assieme ai biscotti e amalgamare fino a che non si assorba e diventi un composto compatto e omogeneo. Foderare con la carta da forno una tortiera apribile, versare l’impasto di burro e biscotti nella tortiera, distribuire e pressare, con l’aiuto di un cucchiaio, su tutto il fondo della teglia fino a coprire tutta la base. Terminato questo passaggio mettere la tortiera con la base della cheesecake in frigorifero. (vedi foto 1)
  2. PER IL RIPIENO BIANCO: Mettere a bagno in acqua fredda la colla di pesce. In planetaria, o con delle fruste elettriche, mescolare philadelfia, ricotta e zucchero a velo fino ad ottenere una crema di formaggi liscia e priva di grumi. Estrarre e asciugare bene la colla di pesce dall’acqua fredda, in un pentolino scaldare il latte e aggiungerci la colla di pesce continuando a mescolare fino a farla sciogliere del tutto. Unire il composto di latte e colla di pesce alla crema di formaggi, versandola a filo con le fruste leggermente in movimento in modo da non creare grumi. Montare la panna e aggiungerla alla crema di formaggi mescolando delicatamente dall’alto verso il basso fino ad ottenere una crema liscia e cremosa. Versare il ripieno nella tortiera, sopra la base di biscotti precedentemente preparata, e distribuire omogeneamente su tutta la base della cheesecake. Terminato questo passaggio mettere la tortiera in frigorifero fino a che il ripieno non si sarà addensato. (vedi foto 2)
  3. PER IL RIPIENO AI FRUTTI DI BOSCO: Mettere a bagno in acqua fredda la colla di pesce. In planetaria, o con delle fruste elettriche, mescolare philadelfia, ricotta, marmellata e zucchero a velo fino ad ottenere una crema di formaggi liscia e priva di grumi. Estrarre e asciugare bene la colla di pesce dall’acqua fredda, in un pentolino scaldare il latte e aggiungere la colla di pesce continuando a mescolare fino a farla sciogliere del tutto. Unire il composto di latte e colla di pesce alla crema di formaggi, versandola a filo con le fruste leggermente in movimento in modo da non creare grumi. Montare la panna e aggiungerla alla crema di formaggi mescolando delicatamente dall’alto verso il basso fino ad ottenere una crema liscia e cremosa. Quando la base bianca sarà completamente indurita e addensata, versare il ripieno ai frutti di bosco nella tortiera, sopra il ripieno bianco precedentemente preparato, e distribuire omogeneamente su tutta la base. Terminato questo passaggio mettere la tortiera in frigorifero fino a che anche il secondo ripieno non si sarà addensato. (vedi foto 3)
  4. PER LA GLASSATURA: Quando tutto il ripieno si sarà raffreddato, con molta delicatezza estrarre la cheesecake dalla tortiera apribile e trasferirla subito sul piatto da portata. Mescolare leggermente la marmellata, versarla sulla torta e stenderla omogeneamente su tutta la superficie. (vedi foto 4)
  5. PER LA DECORAZIONE: Decorare a vostro piacere con i frutti di bosco freschi e una fogliolina di menta. Lasciare riposare in frigorifero e servire ben fredda. (vedi foto 5-6)

DSC_0304 copiaDSC_0316 copia

DSC_0331DSC_0341 copia

DSC_0345 copiaDSC_0371 copia
I CONSIGLI DI LUCAKE:

  • Consiglio l’utilizzo di una marmellata vellutata e non contenente pezzetti di frutta intera.
  • Per ottenere un colore più intenso ho utilizzato una marmellata al mirtillo che essendo più scura dona più colore al ripieno. In ogni caso va benissimo anche la marmellata ai frutti di bosco come per la glassatura.
  • In generale è consigliabile preparare ogni cheesecake in uno stampo apribile, visto che questa torta per essere estratta dalla tortiera non può essere capovolta.
  • Potete personalizzare la vostra cheesecake a piacere, facendo entrambi i ripieni bianchi o entrambi ai frutti di bosco (in questo caso potete prepararlo in una sola volta essendo lo stesso gusto). Se decidete di preparare entrambi gli strati ai frutti di bosco consiglio di aggiungere circa 2 g di colla di pesce in più al totale delle due dosi, visto che raddoppia e diventa una grande quantità di marmellata presente nella torta.
  • Potete personalizzare anche il gusto della torta sostituendo la marmellata e la frutta con altri gusti, come: fragole, ciliegie, lamponi…
  • La cheescake è un dolce che va servito ben freddo, consiglio di conservarla in frigorifero coperta con un cupola copri torta (detta in termini specifici cloche) o se non l’avete adagiando leggermente un velo di pellicola.

DSC_0374
HASHTAGS #ricettelucake !!!
Ricorda di fotografare il dolce e condividerlo con noi su Instagram, aggiungendo l’hashtag #ricettelucake. Periodicamente i vostri dolci verranno raccolti tutti in un video e pubblicati sul mio profilo.

DSC_0378

 

Comments

    • lucake says

      GRAZIE MILLE! mi fa davvero piacere, faccio del mio meglio perché la ricetta risulti chiara, semplice e ben spiegata! 🙂 a presto Alessandra! 🙂

  1. Caterina che cucina says

    E se preparassi un unico impasto bianco tutto in una volta e lo dividessi a metá colorandone una oarte con la marmellata? Naturalmente distribuendoli in due tempi diversi sulla base…
    Che dici?
    Vorrei provare
    Grazie. Bella e sicuramente buona.

    • lucake says

      Ciao Caterina, leggendo attentamente avrai notato che lo strato bianco e quello dì frutti di bosco hanno le stesse dosi di base ma uno strato contiene in più la marmellata! Io l’ho fatta tantissime volte sia in due tempi differenti, sia preparando un unico impasto, e aromatizzandone metà con la marmellata! Dove sta la differenza?!? Praticamente se fai un unico impasto potrebbe perdere leggermente in estetica perchè mentre indurisce in frigo il primo strato, il secondo impasto anche se lo tieni a temperatura ambiente (contenendo la colla di pesce) inizia ad addensare leggermente e quando lo verserai sopra l’altro non sarà più morbidissimo e non rimarranno i bordi liscissimi! Mentre facendo un impasto alla volta, quando verserai i composti saranno ancora morbidi perché appena fatti! Si tratta di un piccolo dettaglio per ottenere la perfezione, comunque se deciderai di farla in un unico impasto in una sola volta verrà bella comunque, magari qualche buchino nel lato, ma piccolezze! A te la scelta! Spero di essere stato chiaro nella spiegazione! Grazie 🙂 buona serata! A presto!

  2. Loredana says

    Ciao, al posto del Philadelphia che formaggio posso usare? Perché a noi non piace. Solo ricotta e panna può andar bene lo stesso? Grazie

    • lucake says

      Ciao Loredana, puoi sostituire il Philadelphia con la robiola! Se non dovesse piacervi neanche la robiola puoi mettere altra ricotta al al posto del Philadelphia nella stessa quantità! Ovviamente il sapore complessivo sarà leggermente più dolce visto che non c’è più il contrasto con il Philadelphia! Comunque nel dolce finale il Philadelphia non prevale come sapore! Spero di esserti stato d’aiuto, a presto! 🙂

  3. Benedetta says

    Ciao Luca, sembra buonissima! Avrei una domanda: che biscotti secchi consigli di usare? Come biscotti secchi a me vengono subito in mente gli oro saiwa, anche se di solito per le cheesecake ho sempre usato i digestive!
    Tra poco comunque per la mia laurea ho deciso di preparare ben 3 dolci tra le tue ricette! Per la prossima occasione invece sicuramente non mancherà questa cheesecake… 😀 buona serata!

    • lucake says

      Ciao Benedetta, una bellissima soddisfazione sentire che hai scelto 3 ricette dal mio blog per la tua laurea! Grazie davvero per la fiducia che riponi in me! Comunque quando avrai tempo .. Questa Cheesecake te la consiglio proprio! A presto! 🙂

    • lucake says

      Riguardo i biscotti, in questa ricetta si intende biscotti secchi classici, tipo oro saiwa!il burro è bilanciato per quel tipo di biscotti! 🙂 a presto!

  4. Annamaria says

    Ciao Luca. Complimenti per le tue creazioni. Al posto della colla di pesce, però, che è fatta con parti suine, e visto che a casa mia siamo vegetariane e quindi contrarie al 1000% all’uccisione di altri esseri viventi, mi sapresti dire in che dosi si può utilizzare l’agar-agar? Grazie.

    • lucake says

      Ciao Annamaria! 😀 grazie mille! é possibile utilizzare l’agar agar al posto della colla di pesce! l’agar agar non ha la stessa intensità di gelificazione della colla di pesce. Non l’ho mai usato, quindi non avendolo testato non posso darti la mia parola. Ma si dice che 4-5 g di agar agar gelatinano mezzo litro di acqua. Si dice che un cucchiaino di agar agar, sostituisca un foglio di colla di pesce (da 2 g). Comunque ti consiglio di cercare sul web la proporzione tra colla di pesce e agar agar. l’utilizzo dell’agar agar varia anche in base alla consistenza del tuo composto. Spero di essere stato d’aiuto! a presto! 😀

  5. veronica says

    Ciao Luca. Grazie per questa ricetta !io adoro le cheesecake … mi chiedevo se al posto della copertura con marmellata mettessi una glassa al cioccolato bianco ? In genere frutti rossi e cioccolato bianco sono una buona accoppiata. Che ne dici ?

    • lucake says

      Ciao Veronica, grazie mille! Dico che è una buona idea, i frutti di bosco stanno benissimo con il cioccolato bianco! Mi hai anticipato, una ricetta base di settimana prossima sarà proprio la glassa/ganache al cioccolato bianco! Dopo aver pubblicato questa ricetta pubblicherò un’altra delle mie cheesecake al gusto di cioccolato bianco e lamponi! quindi direi abbinamento approvato e consigliato! Se non hai fretta di prepararla, settimana prossima troverai sul mio blog la mia glassa/ganache al cioccolato bianco: con spiegazioni, consigli e foto dei passaggi per una riuscita perfetta! spero di esserti stato d’aiuto! a presto! 😀

  6. paola says

    Ricetta fantastica Luca!! La proverò di sicuro, solo che essendo vegetariana vorrei sostituire le dosi di colla di pesce con l agar agar. Devo usarlo nella stessa quantità della colla di pesce? Grazie per tutti i consigli

    • lucake says

      Ciao Paola! Grazie 😀 No l’agar agar non ha la stessa intensità di gelificazione della colla di pesce. Non l’ho mai usato, quindi non avendolo testato non posso darti la mia parola. Ma si dice che 4-5 g di agar agar gelatinano mezzo litro di acqua. Si dice che un cucchiaino di agar agar, sostituisca un foglio di colla di pesce (da 2 g). Comunque ti consiglio di cercare sul web la proporzione tra colla di pesce e agar agar. l’utilizzo dell’agar agar varia anche in base alla consistenza del tuo composto. Spero di essere stato d’aiuto! a presto! 😀

  7. Chiara says

    Ciao Luca! Nel caso non avessi la ricotta, ma solo philadelfia, come potrei procedere?

    • lucake says

      Ciao Chiara, il mio consiglio è utilizzare entrambi i tipi di formaggi, per un gusto equilibrato e bilanciato. Se hai solo ricotta e vuoi prepararla lo stesso, allora sostituisci il peso del philadelphia con la ricotta, ma rimarrà leggermete più dolce e perderà quella nota di acidità che dona il philadelphia! Utilizzando la ricotta la torta verrebbe comunque bene, sarebbe solo un fattore di gusto!spero di esserti stato d’aiuto! grazie, a presto! 😀

      • Michy says

        E se invece si volesse utilizzare solo Philadelphia e non la ricotta? Le dosi rimangono le stesse?

        • lucake says

          Si puoi sostituire la quantità di ricotta con la medesima quantità di philadelphia, in aggiunta a quella che già prevede la ricetta originale. Chiaramente il gusto cambierà un pochino, sarà un po’ più acidulo, come tipico di questo formaggio. La ricotta aiuta a bilanciare i sapori, ma non è essenziale: ci sono tante versioni fatte senza ricotta 🙂

  8. Felicia says

    Ciao Luca , inazzitutto complimenti , sei davvero favoloso. Fra qualche giorno mia sorella fa il compleanno e come regalo vorrei regalarle una cheescake, e questa mi sembra squisita . Ma ho due domande da farti:
    1. Il primo composto quando tempo devo farlo stare per aggiungere l’altro?
    2. Il secondo composto lo posso preparare prima e farlo stare in frigo fino a quando lo dovrà aggiungere ?
    Grazie dell’attenzione 😉

    • lucake says

      Ciao Felicia, ti ringrazio, gentilissima! 🙂 ottima idea come regalo di compleanno! allora, diciamo che non c’è un tempo preciso per il riposo in frigorifero del ripieno. Quando il primo strato si sarà indurito e toccandolo noterai che sarà denso e in grado di sostenere il secondo strato puoi procedere con il ripieno ai frutti di bosco. Comunque ci vorrà almeno un’ora di raffreddamento per il primo strato, magari anche di più, dipende anche dalla consistenza del tuo ripieno e dalla temperatura del frigo. Ti conviene preparare il secondo strato al momento di rovesciarlo sopra il primo, in modo che sarà morbido e prenderà la forma dello stampo senza problemi. Se lo preparerai subito e lo lascerai in frigo si indurirà e farai molta fatica a stenderlo omogeneamente. Spero di essere stato d’aiuto,grazie, a presto! 🙂

  9. sara says

    ciao Luca posso sostituire la panna o direttamente ometterla per una ricetta più light?
    grazie

    • lucake says

      Ciao Sara
      Meglio non eliminarla, perché è l’ingrediente che da sofficità e cremosità alla torta! Inoltre togliendo un ingrediente cambierebbero in modo negativo le proporzioni e rimarrebbe zucchero e colla di pesce in eccesso! Il mio consiglio è di lasciarla al massimo puoi sostituirla con una panna vegetale, però la panna vegetale ha un sapore leggermente diverso dalla classica! 😀

  10. Maria Giulia says

    Ciao Luca,
    innanzitutto complimenti davvero per questa ricetta, l’ho già fatta due volte (con la marmellata di frutti di bosco e con la marmellata di ciliegie) ed è stata un successo, sia dal punto di vista “estetico” sia dal punto di vista del gusto.
    Vorrei rifare questa ricetta ma in versione più piccola, utilizzando una tortiera da 18 cm: sapresti dirmi di quanto bisogna diminuire le dosi?
    Grazie mille!

    • lucake says

      Ciao Maria Giulia, 😀 mi fa molto piacere che hai gia provato diverse volte questa ricetta e ti sia piaciuta! Non è semplice adattare una ricetta a qualsiasi grandezza di tortiera, bisogna giocare un po’ con le proporzioni e la calcolatrice! per farla da 18 cm dovrai utilizzare tre/quarti di questa dose! 😀

  11. Francesca says

    Ciao Luca 🙂
    ho trovato la tua ricetta dopo averne lette un po’ e l’ho scelta perchè, tra le tante, mi è sembrata quella più semplice è meglio spiegata. Sono rimasta veramente soddisfatta dal risultato: buona, leggera e bellissima esteticamente!
    Adesso che ho scoperto questa pagina proverò tante altre ricette, grazie!

    • lucake says

      Ciao Francesca 😀 Non sai che piacere sentire questi complimenti! Anche a me piace tantissimo questa ricetta semplice ma molto buona e bella!Tutte le ricette che propongo sono state da me sperimentate e rivisitate e posso garantire sul risultato. 😀 Quando ti andrà di provare qualche altro mio dolce sai dove trovarlo 😀 a presto! 😀