Crostata alla marmellata

Buongiorno cari lettori,
finalmente arriva sul mio blog un classico della pasticceria casalinga, una torta preparata certamente moltissime volte da tutti voi, in varie versioni e gusti! Sto parlando della classica crostata; come non amare il suo sottile strato di frolla croccante, arricchito dalla nostra confettura preferita!?

DSC_0353
Esistono svariati metodi per preparare la crostata, tantissime sono le ricette, simili tra loro ma non uguali. Possono cambiare le dosi degli ingredienti, il modo di impastarla o di stenderla oppure la cosa più evidente: la farcitura, nonostante ciò rimane uno tra i dolci più amati da grandi e piccini, ideale per colazioni e merende!

DSC_1046
È un dolce alla portata di tutti, semplice da preparare, non richiede necessariamente l’utilizzo di macchinari ed elettrodomestici ed è facilmente rivisitabile in base ai nostri gusti e sfizi.

DSC_0511
Visto che amo rendere unici i miei post e le mie ricette, ho pensato a lungo come rendere curiosa una ricetta classica e ormai senza segreti come la crostata.

DSC_0846
Mi sono ricordato, che tempo fa, eravate rimasti molto incuriositi, da una delle mie crostate, che aveva le losanghe di frolla in superficie, realizzate con un’apposita griglia. In tantissimi mi hanno fatto domande a riguardo e in molti è nata la curiosità di provare questo attrezzo. È così che ho deciso di inserire in questa classica ricetta, la spiegazione e il tutorial di come realizzare una classica crostata con l’aiuto dell’apposita griglia, per ottenere delle righe perfette!

DSC_0510
Io ho acquistato questa griglia in un negozio professionale di pasticceria già diversi anni fa, ma oggi potete trovarla anche nei comuni negozi specializzati in prodotti di pasticceria. Se non doveste trovarla in questi negozi, o semplicemente per comodità, vi lascio qui sotto tre siti in cui può essere acquistata on line, ricevendola direttamente a casa ! Controllate le tre opzioni, verificate che ci siano ancora pezzi disponibili in vendita e scegliete marca e prezzo che fanno al caso vostro!

Oltre al mio tutorial fotografico che trovate qui sotto nella ricetta, ho scoperto, su youtube, un video che mostra come si utilizza e ho pensato che potrebbe esservi altrettanto utile!
CLICCA QUI per vedere il video!

DSC_0335
Ed ora che sapete dove acquistare la “super griglia”, vediamo assieme come preparare una crostata perfetta, che vi farà fare una bellissima figura nonostante la sua semplicità e la sua classicità.

DSC_1035
(dose per una tortiera da 26/28 cm di diametro)

INGREDIETI:

-per una crostata con decorazione fatta a mano: 1 dose della mia PASTA FROLLA
-per una crostata con decorazione fatta con la griglia: 1¼  dose della mia PASTA FROLLA

250/300 g marmellata 

PROCEDIMENTO:

  1. Preparare e lasciare riposare in frigorifero la frolla, successivamente stendere la pasta su un piano di lavoro ben infarinato fino a raggiungere lo spessore di circa 1/1,5 cm.
  2. Con l’aiuto di un mattarello, adagiare la pasta appena stesa, in una tortiera precedentemente imburrata e infarinata.
  3. Con un coltello, eliminare tutta la pasta in eccesso che fuoriesce dalla tortiera in modo da ottenere un bordo regolare dell’altezza di circa 1,5/2 cm.
  4. Infarinare un dito, meglio se si utilizza l’indice, e premere verso il basso sulla superficie del bordo della crostata, creando una cavità nel bordo. Continuare in questo modo per tutta la bordura, in modo da ottenere una decorazione ondulata.
  5. Con una forchetta, bucare la base della crostata, in modo da evitare che si gonfi durante la cottura.
  6. Spalmare, in modo omogeneo, la marmellata su tutta la base della crostata.
  7. Stendere la restante frolla per finire la superficie della crostata. Potete decorarla in due modi:
  8. Primo metodo (classico): Con una rotella, tagliare dalla pasta stesa delle strisce precise, della larghezza di circa 1/1,5 cm. Disporre sopra la torta prime tutte le strisce verticali, leggermente distanziate tra di loro, poi proseguire appoggiando le altre in modo obliquo o perpendicolarmente alle prime.
  9. Secondo metodo (con la griglia): Incastrare le due parti della griglia una con l’altra ed infarinarle molto bene. Comprimere la griglia sulla pasta precedentemente stesa, in modo da inciderla e tagliarla.
  10. Girare sotto sopra la griglia, con la pasta ancora attaccata ad essa, e passare il mattarello in modo da tagliare la pasta per bene.
  11. Rigirare sotto sopra la griglia, eliminare tutti i quadretti di pasta in eccesso, appoggiare la griglia sopra la crostata e adagiare la frolla traforata sulla marmellata, facendola scendere con la griglia più sottile in plastica, contenuta all’interno della griglia grande.
  12. Con un coltello, tagliare la parte di frolla in eccesso.
  13. Cuocere in forno statico a 175°/180° per circa 25 minuti. La cottura potrebbe variare a seconda del forno e dello spessore che avete dato alla frolla.

DSC_0485DSC_0487
DSC_0489DSC_0490
DSC_0491DSC_0492
DSC_0493DSC_0497
DSC_0494DSC_0495
DSC_0505DSC_0507
DSC_0509

I CONSIGLI DI LUCAKE:

  • Se dovete realizzare una crostata con la classica decorazione con le righe fatte a mano, sarà sufficiente una dose di frolla e avanzerà anche un pochino di scarto di pasta da cui potrete ricavare qualche biscottino per non sprecarla.
  • Se invece realizzate una crostata con la decorazione fatta con la griglia, sarà necessaria 1¼ dose, perché sarà necessario stendere ampiamente la pasta da cui stampare la griglia. Anche in questo caso avanzerà un pochino di scarto di pasta da cui potrete ricavare biscotti o piccole crostatine.
  • Consiglio di utilizzare una tortiera con il bordo basso, in modo da non avere problemi quando la si rivestirà di frolla. Utilizzando una tortiera dai bordi bassi, c’è meno probabilità che la pasta si rompa mentre la si adagia all’interno.
  • Una volta foderata la base della crostata , mentre preparate il bordo e stendete la marmellata, mettete in congelatore per 10-15 minuti la restante pasta frolla, in modo che ritorni fredda e compatta per realizzare la parte superiore. Prima di stenderla, lavoratela velocemente con le mani, fino a farle acquisire la giusta elasticità.
  • Un ingrediente che influisce molto sull’estetica della torta è la marmellata, bisogna cercare una confettura che in cottura non faccia troppe bolle che andrebbero a spostare e sporcare le nostre righe. Se potesse interessarvi, quando preparo le crostate a casa, solitamente, uso la marmellata Zuegg, oltre a non bollire molto è anche molto buona come sapore e consistenza, ma rimane comunque un mio parere personale.
  • Potete sostituire la confettura con nutella, crema pasticcera, crema al cioccolato o farciture simili.
  • Si conserva a temperatura ambiente, sotto un porta torte ermetico, fino a tre giorni.
  • Se utilizzate la griglia, è consigliata una frolla senza lievito (come la mia) o al massimo con una percentuale di lievito bassissima, altrimenti le righe così sottili e vicine si gonfieranno e attaccheranno tra loro, ottenendo un risultato poco estetico.

DSC_0504
HASHTAGS #ricettelucake !!!
Ricorda di fotografare il dolce e condividerlo con noi su Instagram, aggiungendo l’hashtag #ricettelucake. Periodicamente i vostri dolci verranno raccolti tutti in un video e pubblicati sul mio profilo.

DSC_0344

Comments

  1. Giulia says

    Personalmente preferisco la crostata realizzata con le strisce a mano piuttosto che con la griglia, anche se il risultato è più perfetto e scenico. La mia preferita è con la marmellata di ciliegia ma anche quella con ricotta e gocce di cioccolato mi piace molto.

    • lucake says

      Ciao Giulia, diciamo che va a gusti, per certi tipi di crostate preferisco anche io le righe fatte a mano, per altre crostate che magari hanno un ripieno più sostanzioso e abbondante rispetto alla classica confettura preferisco la griglia, che funge anche da coperchio e racchiude al suo interno l’abbondante farcitura visto che la griglia ha delle righe molto fitte! 😀 Anche a me piacciono molto le crostate con all’interno la ricotta oppure con all’interno la crema cotta! 😀

  2. Graziano says

    L’ho provata ed è un’ottima frolla, davvero complimenti.
    L’unico dubbio che mi è venuto rileggendo la ricetta è il punto 1, dove dici di stendere l’ impasto a 1/ , cm di spessore…è un errore vero?

    • lucake says

      Ciao Graziano, grazie mille, mi fa piacere ti piaccia la mia ricetta! Si è un errore, 1cm è un po’troppo alta! Là si deve stendere più sottile, lo spessore può cambiare leggermente in base al tipo di preparazione! 🙂 correggerò presto l’informazione sul blog 😀 grazie, buona giornata 🙂