Crostata con roselline di mele

Buongiorno a tutti,
le giornate si allungano, il sole inizia più spesso a farci compagnia, il vento che ci accarezza la faccia quando usciamo la mattina di casa si è scaldato e la natura torna a sbocciare e fiorire: è primavera! Per questo motivo, con molto piacere, oggi voglio proporvi una torta adatta per tutti i vostri pranzi domenicali primaverili, dove potrete fare un figurone con i vostri commensali: la “Crostata alla crema pasticcera e roselline di mele”!

dsc_0397-copiaLa ricetta di oggi è adatta per tutti quelli tra voi che ormai, seguendomi da un po’ e sperimentando di volta in volta le mie dolci proposte, si sentono molto migliorati in cucina e sono pronti per fare un “salto di qualità”, preparando qualche dessert un po’ più elaborato e decisamente in grado di conquistare occhi e palato!

dsc_0402-copiaQuesto dessert è la prova che non serve utilizzare ingredienti costosi e tecniche di preparazione sofisticate per realizzare a casa vostra un piccolo capolavoro di pasticceria! Talvolta la scelta azzeccata è puntare su materie prime classiche e semplici: pasta frolla, crema pasticcera e mele; basta aggiungerci qualche ingrediente magico, come passione per la cucina, voglia di sperimentare e cura per i dettagli ed ecco una torta tanto bella che ci pare quasi un peccato tagliarla ed assaggiarla.

csc_0429Decisamente non si tratta di un dolce che si può preparare in 15 minuti ma vi assicuro che ne vale la pena! L’anno scorso il filo conduttore nelle mie pubblicazioni è sempre stata la semplicità, ricette alla portata di tutti, per consentire a tutti di concedersi una piccola pausa di dolcezza nel corso della giornata. Quest’anno invece ho deciso di indirizzare le mie scelte verso dessert che possano rendervi VERI PASTICCERI A CASA VOSTRA!

dsc_0413-copiaRicette leggermente più complesse, che richiedono un pizzico in più di professionalità: non temete però, ci sarò io ad insegnarvi ogni PICCOLO TRUCCO che vi renderà GRANDI PROFESSIONISTI.

dsc_0412-copiaDose per una tortiera da 26 cm

INGREDIENTI:

PER LA BASE:
½   dose di PASTA FROLLA
1 dose di CREMA PASTICCERA

PER LE ROSELLINE:
8 mele rosse grandi (non farinose)
1 l di acqua
450 g zucchero
succo di 1½ limone

 PROCEDIMENTO:

  1. Realizzare ½ dose di frolla e una dose di crema pasticcera seguendo la mia ricetta e tutti i miei consigli per ottenerle perfette.
  2. Quando la frolla sarà pronta e avrà riposato il tempo necessario in frigorifero, stendere la pasta su un piano da lavoro ben infarinato, fino a raggiungere uno spessore di circa 5-6mm. Rivestire con la frolla appena stesa, una tortiera da 26 cm di diametro, precedentemente imburrata e infarinata. Tagliare la pasta in eccesso che sborda dalla teglia, in modo da creare un bordino altro circa 2 cm. Bucare il fondo della crostata con una forchetta.
  3. Creare un cerchio in carta forno poco più grande della tortiera (circa 30 cm di diametro), adagiarlo sulla base di frolla e rovesciare sopra dei legumi secchi (io ho usato fagioli secchi) in modo da procedere con la classica cottura in bianco, detta anche cottura alla cieca. Cuocere, la base della crostata, in forno statico a 180° per 15 minuti, dopo di che togliere la crostata dal forno, facendovi aiutare a svolgere questa operazione a 4 mani, prendere le estremità del cerchio in carta da forno con sopra i legumi secchi e levarlo dalla base della torta in modo da procedere con la cottura senza aver nulla sopra la base di frolla. Continuare a cuocere, sempre a 180°, per altri 10-12 minuti. Sfornare la crostata e lasciarla raffreddare.
  4. Nel frattempo lavare le mele e con un levatorsolo togliere il torsolo. Con l’aiuto di una mandolina oppure di un’affettatrice ricavare tante fettine sottili, dello spessore di circa 2-3 mm. Visto che le mele anneriscono molto in fretta dopo averle tagliate, man mano che le si affettano conservarle in un tegame di acqua fredda con all’interno mezzo succo di limone, fino a che non saranno affettate tutte.
  5. Preparare lo sciroppo, facendo bollire 1 litro di acqua, 450 g zucchero e il succo di un limone. Quando il composto sarà arrivato ad ebollizione, mettere all’interno una parte delle fette di mele, lasciarle bollire nello sciroppo per circa 3 minuti, fino a renderle morbide e flessibili ma senza farle stracuocere. Scolarle con una schiumarola e adagiarle stese su di un canovaccio pulito, in modo da farle asciugare e raffreddare. Dopo aver scolato le mele cotte, far bollire nuovamente lo sciroppo e cominciare a cuocere il secondo giro di fette di mele. Procedere così per 3-4 giri di cottura fino ad ultimare le fette di mele.
  6. Adagiare la base di frolla, precedentemente cotta, su un piatto da portata. Versare all’interno la crema e con una spatola stenderla omogeneamente.
  7. Una volta raffreddate, prendere le fette di mele, precedentemente cotte, stenderne 5 in modo orizzontale, una a fianco all’altra leggermente sovrapposte tra di loro. Partire da un’estremità ad arrotolarle su se stesse in modo da creare un rotolino che ricorderà proprio una rosa. Man mano che ogni rosa verrà realizzata, disporla sulla crema, partendo dall’esterno in modo circolare, fino a coprire tutta la superficie.
  8. Conservare la crostata in frigorifero, coperta da un leggero velo di pellicola per proteggere le mele.

dsc_0373-copiadsc_0331-copia
dsc_0333-copiadsc_0385-copia
dsc_0387-copiadsc_0389-copia
dsc_0390-copiadsc_0433-copia

I CONSIGLI DI LUCAKE:

  • Visto che la decorazione della crostata sarà a base di mele, un consiglio potrebbe essere quello di aromatizzare la crema anche con scorza d’arancia o cannella, mettendo semplicemente in infusione questi due ingredienti mentre il latte per la crema bollirà.
  • Dopo aver utilizzato i legumi, quando saranno usciti dal forno e raffreddati, potete conservarli in un sacchetto per una futura cottura in bianco.
  • Se non avete a disposizione né mandolina né affettatrice non dovete rinunciare all’operazione, sarà un lavoro un po’ meno preciso e un po’ più lungo ma potete affettare le mele con un coltello.
  • Se volete conservare la crostata in modo perfetto per più giorni, è consigliato passare le roselline di mele con un leggerissimo velo di gelatina, proprio come per le crostate di frutta.
  • Questa torta può essere conservata in frigorifero per 3 giorni al massimo.

dsc_0392-copiaHASHTAGS #ricettelucake !!!
Ricorda di fotografare il dolce e condividerlo con noi su Instagram, aggiungendo l’hashtag #ricettelucake. Periodicamente i vostri dolci verranno raccolti tutti in un video e pubblicati sul mio profilo.

dsc_0393-copia