Confettura di fichi freschi

Buongiorno a tutti,
Se anche per voi la prima colazione è sacra e insostituibile e siete amanti di frutta e dolci oggi ho quello che fa al caso vostro!

fichi_2

Marmellata di fichi fatta in casa, proprio come la facevano le nostre nonne, con frutta fresca recuperabile direttamente dalle nostre piante e coltivazioni, e soprattutto senza preparati e polverine addensanti. NATURALE AL 100%.

Non solo per colazione, la mia marmellata è ideale anche per preparare crostate casalinghe e gustosi biscotti, così la frolla non sarà più l’unico ingrediente preparato in casa!
A tutte quelle ragazze che tengono alla linea e che troppe volte rinunciano a gustose bontà, questa volta dico: non temete!! Colazioni ricche non sono sinonimo di grassi e calorie; abbinata ai giusti alimenti ci si può permettere anche più spesso di gustare una genuina marmellata come questa!

Non amo quelle confetture di fichi che alla vista risultano scure e poco invitanti; è per questo che ho deciso di proporvi questa ricetta. Come noterete questa marmellata ha un colore chiaro, un bel rosso acceso che mette voglia di assaggiarla solo a guardarla.

fichi_4

Vediamo insieme come prepararla!

RICETTA:

(dose per 2 vasetti come quelli in foto, circa 700/750 gr.)
– 800 gr di fichi maturi senza buccia
– Poco più di mezza scorza grattugiata di un limone
– Il succo di un limone intero
– 250 g di zucchero

Versare fichi, scorza e succo di limone in una pentola; cuocere a fiamma bassa per 30/35 minuti tenendolo leggermente mischiato il composto. A questo punto con un frullatore ad immersione frullare i fichi cotti rendendoli una polpa vellutata senza grumi. Aggiungere lo zucchero e continuare la cottura sempre a fiamma bassa per altri 15/20 minuti. Una volta che la marmellata sarà pronta versare dentro vasetti di vetro sterilizzati, avvitare molto bene il tappo e lasciare raffreddare la marmellata dentro il vasetto capovolto a testa in giù in modo da creare il sottovuoto.

I CONSIGLI DI LUCAKE:

• Ognuno ha i suoi gusti, quindi se non siete amanti di marmellate esageratamente dolci vi suggerisco di ridurre lo zucchero a 200 grammi; il fico è un frutto molto zuccherino di natura.

• La grandezza del fuoco e l’intensità della fiamma potrebbero influire sulla cottura della marmellata, personalmente non impazzisco per le confetture troppo dense e asciutte. Per capire quando la marmellata è pronta: versarne una goccia su un piattino inclinato, se la goccia scenderà lentamente significa che è pronta. Tenete conto che una volta raffreddata tenderà ad indurire ulteriormente, è per questo che quando la marmellata è appena fatta deve avere una consistenza morbida, quasi liquida.

• Dato che lo scopo della marmellata fatta in casa è quello di poter mangiare un prodotto fresco e artigianale il mio consiglio è di consumarla preferibilmente entro 6/8 mesi, avendo cura di tenerla ben sigillata, in un posto asciutto e non a contatto diretto coi raggi del sole. Una volta aperto il barattolo, conservare in frigorifero e consumare entro una decina di giorni.

HASHTAGS #ricettelucake !!!

Ricorda di fotografare il dolce e condividerlo con noi su Instagram, aggiungendo l’hashtag #ricettelucake. Periodicamente i vostri dolci verranno raccolti tutti in un video e pubblicati sul mio profilo Facebook .

Fichi_3

Comments

  1. Giuliana says

    A questo punto bisogna prendere un quaderno e conservare questa ricetta….io di solito metto 6 hg di zucchero…il risultato….sempre scura! Mai visto un colore come questo! Grazie ! Hai mai fatto fichi al forno con zucchero e poi nei vasetti con un bicchierino di rum? Ricetta della mia nonna!

    • ceci says

      ciao! mi incuriosisce molto la ricetta dei fichi al forno, ti spiacerebbe condividerla con me?

      Grazie!
      Cecilia

  2. says

    Buongiorno Luca ti seguo più che volentieri sei veramente un bravo ragazzo trasmetti a tutti l’amore che hai dentro per realizzare le tue ricette. E così anch’io ho voluto dare il mio contributo e farti un saluto con il cuore ciao Mapy