SAVOIARDI

Buongiorno cari lettori,
oggi prepariamo uno dei biscotti più classici in assoluto: i savoiardi, impossibile non conoscerli! Ricordo ancora quando da piccolo andavo sempre a bere il the pomeridiano dalla nonna, i savoiardi erano immancabili. La cosa bella di questi dolcetti è che sono davvero semplici, veloci da preparare e richiedono pochissimi ingredienti! Da oggi il nostro the delle cinque sarà accompagnato da savoiardi di gran classe, ovvero i nostri: freschi, genuini e senza conservanti che non si possono minimamente paragonare a quelli industriali che si trovano in commercio.

DSC_0859
Questi biscotti di origine piemontese, dalla forma lunga e stretta, sono anche protagonisti di molti dolci al cucchiaio, tra i più conosciuti il tiramisù, la zuppa inglese, la charlotte… Perchè limitarci soltanto a preparare le creme per la farcitura di questi dessert? Da oggi potremo vantare in famiglia e tra amici il nostro classico tiramisù, che è già un cavallo di battaglia un po’ per tutti, realizzato con savoiardi home-made, che lo renderanno ancor più raffinato e speciale.

DSC_0849
I nostri savoiardi, rispetto a quelli industriali, si presenteranno con una forma più irregolare e meno squadrata, saranno leggermente più bassi e arrotondati, la loro consistenza sarà sofficissima e morbida . Da oggi basteranno 3 semplici e comuni ingredienti per garantire qualità e freschezza nelle nostre case e per le nostre dolci preparazioni.

DSC_0855
Facciamoci conquistare allora dal gusto semplice e inconfondibile di questo dessert, che porta nel suo nome una parte importante del passato della nostra nazione: un biscotto davvero “regale”, adatto però anche per tutti noi che non siamo di sangue blu! Vediamo insieme come preparare i savoiardi.

DSC_0843
INGREDIENTI:
(dose per 30 savoiardi circa)

3 uova medie
100 g di zucchero
120 g farina “00”
pizzico di sale
una bustina di vanillina
zucchero semolato q.b. per spolverare i biscotti

PROCEDIMENTO:

  1. Riempire una pentola di acqua e scaldarla mantenendo la temperatura tiepida/calda ma non bollente. Appoggiare sopra la pentola una terrina, creando cosi il bagnomaria, e dentro di essa, con delle fruste elettriche, montare per circa 5/6 minuti le uova, lo zucchero e il pizzico di sale fino ad ottenere un composto chiaro, soffice e molto spumoso.
  2. Setacciare la farina e la vanillina, poco alla volta aggiungerla al composto appena montato incorporandola delicatamente con una spatola dall’alto verso il basso, fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo.
  3. Mettere in un sac a poche una bocchetta liscia con un buco non molto largo (il buco della bocchetta deve essere di circa 1 cm di diametro).
  4. Versare il composto nel sac a poche e su una teglia coperta con carta da forno fare dei piccoli bastoncini lunghi 8 cm e larghi 2 cm circa. Dopo pochi secondi i biscotti si allargheranno e si abbasseranno leggermente. Prima di infornare cospargere la superficie dei biscotti con zucchero semolato.
  5. Cuocere in forno statico a 175° per 10 minuti circa. I biscotti appena sfornati dovranno presentarsi leggermente dorati e morbidi.
  6. Lasciare raffreddare e a piacere aggiungere un’ ulteriore spolverata di zucchero a velo, oppure gustarli soltanto con lo zucchero semolato croccante messo sopra i biscotti prima della cottura.

DSC_0842
I CONSIGLI DI LUCAKE:
– Assicuratevi che le uova siano di misura media tendente al piccolo piuttosto che troppo grandi, altrimenti se le uova saranno di grande misura lasceranno l’impasto molle e quindi sarà difficile dare una bella forma ai savoiardi.
– Assicuratevi che l’acqua del bagno maria non sia eccessivamente calda, altrimenti le uova cuoceranno.
– Se non avete la bocchetta ponete il composto direttamente nei sach a poche usa e getta, che hanno la punta sigillata, potrete decidere di tagliarla formando un buco di 1 cm di diametro. Potrete acquistare questi sach a poche anche nei più comuni supermercati in cui vi sia un reparto pasticceria ben rifornito.
-Fate attenzione a non cuocere troppo i biscotti, altrimenti quando li sfornerete e si raffredderanno diventeranno secchi e perderanno il loro cuore morbido.
– Essendo biscotti semi-morbidi la cosa migliore è consumarli in giornata, ma naturalmente potrete conservarli anche in una scatola o sacchetto ermetico per 2/3 giorni.

DSC_0857
HASHTAGS #ricettelucake !!!
Ricorda di fotografare il dolce e condividerlo con noi su Instagram, aggiungendo l’hashtag #ricettelucake. Periodicamente i vostri dolci verranno raccolti tutti in un video e pubblicati sul mio profilo.

DSC_0864

 

Comments

  1. lucia says

    Sembrano perfetti… dalla descrizione anche facili e semplici nell’esecuzione…. da provare:-)

    • lucake says

      Ciao Lucia, sono davvero semplicissimi e soprattutto si preparano in fretta e con pochi ingredienti che si hanno sempre in casa! Ti consiglio davvero di provarli, ottimo non solo da mangiare così ma anche per la preparazione di altri dolci da fare totalmente home Made! Ad esempio tiramisù, zuppa inglese, charlotte.. Grazie ancora, a presto! 🙂

  2. Angela says

    Ciao Luca, mi chiedevo..prima di provarli..sono adatti all’inzuppo nel caffè per il tiramisù..o essendo soffici tendono ad ammollarsi?:-) Spero di aver reso l’idea

    • lucake says

      Ciao Angela, questi sono come i classici savoiardi di pasticceria, morbidi e delicati! puoi utilizzarli per il tiramisù ma quando li devi bagnare, essendo molto delicati, potresti anche aiutarti ad inzupparli per bene con un pennello da cucina, oppure puoi inzupparli nel caffè molto velocemente! Non sono come quelli che si acquistano, assorbono molto più velocemente essendo freschi! 😀