TORTA MIMOSA

Buongiorno a tutti,
non penso ci possa essere occasione migliore per condividere con voi la ricetta del dolce di questa mattina, un dessert che celebra una delle creature più belle presenti sulla terra: la donna!

dsc_0331-copiaParliamo oggi di una torta che porta il nome di un fiore delicatissimo, che dipinge di giallo i giardini e le aiuole di inizio marzo, quando cade anche la festa della donna: sto parlando della mimosa.

dsc_0335-copiaQuesto dolce, prima di convincervi con il suo gusto, vi conquisterà con il suo rivestimento super soffice e il profumo di vaniglia e limone della farcitura. Ben cinque strati alternati di pan di Spagna e crema chantilly, arricchiti da piccoli pezzi di frutta fresca. La classica ricetta di questo dessert prevede l’impiego dell’ananas; per gusto personale oggi però ho voluto proporvi una piccola variante che vede l’utilizzo di pezzetti di fragole al posto del tipico frutto tropicale utilizzato per questa preparazione.

dsc_0320-copiaChe aspettate? Si tratta di una torta golosissima in ogni occasione, di sicuro però l’8 marzo avrete un motivo in più per prepararla. Mamme, figlie, fidanzate, sorelle, mogli, amiche, colleghe di lavoro: in fin dei conti che mondo sarebbe senza donne?

dsc_0283-copiaQuest’anno non regalare una mimosa da mettere in un vaso, regala una mimosa da mettere in un piatto e gustare in compagnia!

torta mimosa
Dose per una torta da 26 cm di diametro (per 12-14 persone)

INGREDIENTI:

2 dosi di PAN DI SPAGNA
1 dose di CREMA PASTICCERA
1 dose di BAGNA PER TORTE

500 ml panna fresca da montare
20 g zucchero a velo
400 g di fragole circa
q.b. zucchero a velo (per spolverare)

PROCEDIMENTO:

  1. Per prima cosa preparare: 2 pan di spagna (uno da farcire e uno da cubettare), una dose di crema pasticcera e una dose di bagna per torte.
  2. Prendere il primo pan di spagna, che sarà quello da farcire, e tagliare la crosticina in superficie, prestando attenzione a non fare troppo scarto.
  3. Dopo aver levato la crosticina, capovolgere il pan di spagna sottosopra, e tagliarlo orizzontalmente in tre, ottenendo tutti i dischi dello stesso spessore.
  4. In planetaria, o con le fruste elettriche, montare la panna con i 20 g di zucchero a velo.
  5. Aggiungere alla dose di crema pasticcera, 80-100 g della panna precedentemente montata, in modo da ottenere una crema chantilly, la restante panna montata verrà successivamente utilizzata per la farcitura e la glassatura della torta.
  6. Lavare le fragole, sotto acqua corrente fredda, asciugarle molto bene con un canovaccio pulito. Selezionare qualche fragola, con una bella forma, da tagliare in 4, con tanto di verde, che verrà utilizzata in superficie per la decorazione. Tagliare a cubetti le restanti fragole da inserire all’interno della torta.
  7. Scegliere quello che sarà il vostro piatto da portata. (sceglierlo calcolando che attorno ci dovranno stare anche i cubetti) Posizionare su di esso il primo strato di pan di spagna e, con l’aiuto di un pennello, inumidirlo con la bagna per torte.
  8. In una sac à poche, mettere parte della restante panna e creare un anello sul bordo del pan di spagna; esso aiuterà a tenere all’interno tutta la farcitura.
  9. All’interno del bordo di panna, versare e livellare metà della crema chantilly e concludere farcendo con metà dei cubetti di fragola.
  10. Appoggiare il secondo disco di pan di spagna sopra la prima farcitura ed inumidire anch’esso con la bagna, sempre con l’aiuto di un pennello.
  11. Rifare l’operazione di farcitura precedente, quindi procedere con il bordo di panna, poi la distribuzione della crema chantilly e infine distribuire le fragole.
  12. Appoggiare il terzo disco di pan di spagna sopra la seconda farcitura ed inumidire anch’esso con la bagna, sempre con l’aiuto di un pennello.
  13. Con la sac à poche, distribuire sui lati, sullo spigolo e in superficie la panna e spatolarla.
  14. Lavorare la panna, attorno a tutta la torta, con una spatola, fino a coprirla esteriormente con  2-3 mm di panna e ricreare perfettamente la forma della torta.
  15. Prendete il secondo pan di spagna lasciato in disparte. Con un coltello a sega, pulire la base, la superficie e i bordi dalla crosticina marrone esterna, in modo da ottenere soltanto la parte interna gialla. Tagliare orizzontalmente fino ad ottenere due dischi di ugual misura. Tagliare a strisce e poi a cubetti.
  16. Mettere i cubetti in un setaccio a maglie molto larghe o in uno scolapasta. Setacciare in modo da eliminare e dividere le briciole dai cubetti, in modo che le briciole ottenute tagliando i cubetti, non rovinino la torta esteticamente.
  17. Con molta attenzione e delicatezza, attaccare i cubetti su tutta la torta, avendo cura di non lasciare buchi.
  18. Spolverare leggermente la superficie con zucchero a velo.
  19. Ultimare, decorando la superficie, con le fragole tenute precedentemente da parte. Mettere la torta in frigo per almeno 2-3 ore prima di servirla.

dsc_0174dsc_0173
dsc_0175-copiadsc_0187
dsc_0195-copiadsc_0183-copia
dsc_0184-copiadsc_0198-copia
dsc_0200-copiadsc_0201-copia
dsc_0202-copiadsc_0208
dsc_0210-copiadsc_0211-copia
dsc_0215-copiadsc_0216-copia
dsc_0220-copiadsc_0225-copia
dsc_0226-copia
I CONSIGLI DI LUCAKE:

  • A vostro piacere potete decidere se preparare la bagna per torte in versione alcolica o analcolica. Io l’ho realizzata alcolica usando come liquore il maraschino, ma potete anche usare rum chiaro, rum scuro, liquore all’arancia… In alternativa al liquore, per una versione analcolica, aromatizzate la bagna con l’essenza alla vaniglia.
  • La mimosa tradizionale prevede che al posto delle fragole ci siano cubetti di ananas. Scegliete di farcirla con ciò che preferite, io la preparo sempre con le fragole. Se non avete a disposizione frutta fresca, un’alternativa potrebbe essere di utilizzare pesche sciroppate. (scolate e ben asciugate con carta da cucina)
  • Oltre alle fragole, potete utilizzare foglie di menta e fiorellini (primule, margherite, mimosa…) per decorare la torta e darle un tocco più colorato e primaverile.
  • Vi consiglio di preparare i 2 pan di spagna, la crema pasticcera e la bagna il giorno prima dell’assemblaggio. In questo modo distribuirete su due giorni questa lunga preparazione e quando dovrete assemblare la torta, avrete già tutte le preparazioni base raffreddate. Se preparerete le basi il giorno precedente, conservate crema e bagna coperti con pellicola in frigo, mentre i pan di spagna, avvolti sempre nella pellicola, dovranno essere conservati a temperatura ambiente.
  • La torta mimosa può essere conservata per 3 giorni in frigorifero, possibilmente dentro un porta torte con coperchio o sotto un velo di pellicola, per non far diventare i cubetti di pan di spagna raffermi.

dsc_0269-copia
HASHTAGS #ricettelucake !!!
Ricorda di fotografare il dolce e condividerlo con noi su Instagram, aggiungendo l’hashtag #ricettelucake. Periodicamente i vostri dolci saranno raccolti tutti in un video e pubblicati sul mio profilo Facebook.

dsc_0317