TORTA DI CAROTE LIGHT (Senza glutine, latticini, zucchero semolato e frutta secca)

Buongiorno cari lettori e amanti dei dolci light,
oggi voglio proporvi un grande classico: la torta di carote, rivisitata da me e dalla dottoressa tramite il progetto “Dolcemente in Forma “. Il nostro obiettivo, infatti, è quello di permettere alle persone che soffrono di problematiche di salute di poter degustare le bontà culinarie senza avere un impatto negativo sul loro benessere e senza sentirsi in colpa.

DSC_0885
Questa ricetta, di per sè molto semplice, richiede comunque attenzione nella sua preparazione. Essa è adatta ai celiaci, a chi soffre di sensibilità al glutine e sindrome del colon irritabile , infatti abbiamo utilizzato la farina di riso, naturalmente priva di glutine; inoltre è senza latte e derivati, quindi ideale per gli intolleranti al lattosio, in quanto è stato utilizzato l’olio di semi anziché il classico burro.
Questa preparazione è ottima per tutti coloro che presentano sindromi metaboliche, come ipertensione e ipercolesterolemia, per via della totale assenza di grassi idrogenati e saturi e la presenza dello zucchero di canna la rende ideale anche a chi segue una dieta ipocalorida.

DSC_0892
Consiglio di portare in tavola questa torta al mattino a colazione per tutta la famiglia, specialmente per gli studenti e di proporla ai vostri bambini per una merenda genuina e sana, soprattutto può essere un modo diverso per far mangiare le verdure ai bimbi. Infatti le carote sono una fonte di vitamine, specialmente vitamina A e beta carotene, nonché sali minerali come potassio, ferro, fosforo e fibre. Essendo priva di frutta secca, è adatta anche a chi è allergico a questa categoria di cibo.

DSC_0875
Non aspettatevi la classica torta di carote dal gusto estremamente dolce e commerciale, dove la carota sembra addirittura non esserci. Questo dolce che racchiude in sè genuinità e leggerezza, è una delizia che finalmente può essere definita “Torta di carote”. Protagonista è proprio questa verdura dolciastra, ottima per la realizzazione di dolci che non viene sorpassata da nessun altro ingrediente. Mettetevi ai fornelli e scoprite il sapore della genuinità fatta in casa, un sapore che potrà concedersi anche chi sta seguendo diete o si sta preparando alla prova costume.

DSC_0881
INGREDIENTI:
(Dose per una tortiera da 26 cm di diametro)

250 g di carote
3 uova
220 g zucchero di canna
250 g farina di riso
una bustina di lievito
125 ml di olio di semi
pizzico di sale

PROCEDIMENTO:

  1. Pelare le carote con un pelapatate, tagliare le due estremità, lavarle, asciugarle e con una grattugia abbastanza sottile grattugiarle fino a farle diventare piccole listarelle.
  2. Con le fruste elettriche, o in planetaria, sbattere i tuorli con lo zucchero di canna per almeno 5 minuti, fino ad unire e omogeneizzare i due ingredienti. Incorporare le carote precedentemente grattugiate e continuare a mescolare con le fruste.
  3. Aggiungere gradatamente al composto la farina di riso e la bustina di lievito, precedentemente setacciati, e mischiare fino a rendere tutto omogeneo.
  4. Aggiungere poco alla volta l’olio e continuare a mescolare fino a farlo assorbire tutto nell’impasto.
  5. Infine, in un’altra terrina, montare gli albumi a neve con il pizzico di sale e quando saranno belli spumosi unirli al composto mescolando delicatamente con una spatola dall’alto verso il basso.
  6. Imburrare una tortiera del diametro di 26 cm e versare l’impasto preparato.
  7. Cuocere a forno statico a 180° per 25/30 minuti. Come ho già detto in altre occasioni, ogni forno ha i suoi tempi e le sue temperature, naturalmente conoscerete meglio di me come gestire il vostro forno.Prima di sfornare fare una prova con lo stuzzicadenti.

DSC_0887 copia
I CONSIGLI DI LUCAKE:
-Mi raccomando, non confondete la farina di riso con l’amido di riso.. sono ben differenti!
-Se siete celiaci, assicuratevi che il lievito che utilizzate sia privo di glutine.
-Imburrate molto bene lo stampo, se siete celiaci o intolleranti sostituite il classico burro e farina con olio, farina di riso, carta da forno, o altri prodotti che non vi daranno problemi.
-Per ottenere un sapore più dolciastro e delicato utilizzate le carote più piccole presenti nella confezione, sono meno amarognole e meno legnose.
-Quando montate i tuorli con lo zucchero di canna, non aspettatevi che monti e diventi spumoso come quando utilizzate lo zucchero semolato. È normale che il composto non diventi molto soffice e voluminoso, l’importante è che si omogeneizzi e i due ingredienti si uniscano bene tra loro.
-È importante che la carota sia grattugiata e non frullata con il mixer, altrimenti rilascerà troppa acqua. Inoltre è più adatto grattugiare le carote in modo da ottenere poi piccoli pezzetti che si sentiranno anche gustando la torta. Nella foto successiva potrete rendervi conto della grandezza e di come preparare le carote.

DSC_0874 copia
HASHTAGS #ricettelucake !!!
Ricorda di fotografare il dolce e condividerlo con noi su Instagram, aggiungendo l’hashtag #ricettelucake. Periodicamente i vostri dolci saranno raccolti tutti in un video e pubblicati sul mio profilo.

Comments

  1. Barbara says

    Ciao grazie x le tue bellissime ricette vorrei sapere se è possibile sostituire lo zucchero di canna con lo sciroppo d’agave e in che quantità..grazie barbara

    • lucake says

      Non ho mai provato a sostituirlo con lo sciroppo d’agave, ma il mio consiglio è di realizzarla normalmente con lo zucchero di canna, in modo che il composto monterà sicuramente bene permettendo alla torta di restare soffice! =)

  2. Francesca says

    Ciao Luca, è possibile sostituire lo zucchero di canna con la stevia? Se sì, quali dosi devo rispettare? Grazie

    • lucake says

      Ciao Francesca, non ho mai provato a sostituire lo zucchero con la stevia in una ricetta normale. comunque la stevia è molto dolce quindi se la utilizzerai dovrai usarne un dosaggio inferiore a quello dello zucchero. Visto che lo zucchero è già di canna e deve comunque montare con le uova non so se conviene sostituirlo perchè non garantisco che il composto monti bene come dovrebbe! a presto =)

  3. Sara says

    Ciao Luca, vorrei chiederti le dosi per una tortiera del diametro di 22 cm.
    Grazie in anticipo

    Ps: i tuoi dolci sono FAVOLOSI!

    • lucake says

      Ciao Sara , visto che tra la misura della tortiera scritta nella ricetta sul blog e la tua da 22 cm c’è poca differenza, è sconveniente e quasi impossibile fare la proporzione. Ti consiglio di fare la dose scritta sul blog, usare il ripieno per riempire la tua tortiera usando quanto composto ti serve per riempirla adeguatamente, quello che avanza (che non sarà molto) lo utilizzi per realizzare qualche piccolo muffin, così non sprechi l’impasto in eccesso! Spero di esserti stato d’aiuto, grazie , a presto! 🙂

  4. Silvana says

    Ciao torta fantastica come le altre del resto ti chiedo però se posso sostituire le uova (nn posso mangiarle) con i semi di kia o di lino .grazie buonissima giornata

    • lucake says

      Ciao Silvana! Il mio consiglio di questa torta è di non modificare gli ingredienti perché sono bilanciati tra loro e non potrei garantirti la riuscita del dolce, ma se sei già abituata a sostituire le uova in altre ricette potresti provare sostituendo con le tue solite proporzioni! Nel frattempo sto lavorando a delle dolci barrette energetiche senza uova, presto le troverai sul blog! Grazie a presto!:)

  5. Lidia says

    Ciao lucane grazie x le stupende ricette …però avrei una domanda …io ho già fatto la tua torta alle carote …però l’ho trovata molto dolce ..la proporzione zucchero farina è quasi uguale ..anche se uso zucchero di canna sempre zucchero è perciò secondo me non è certo.adatta ai disturbi metabolici fra cui magari anche il diabete…se io dimezzò lo zucchero …che dici ? Grazie ancora

    • lucake says

      Ciao Lidia, credo che il fatto della dolcezza vada un po’ a gusti, io a livello di dolcezza l’ho trovata abbastanza equilibrata, forse perchè sono abituato a mangiare dolci normali e non sempre le versioni light. Comunque se vuoi provare a diminuire lo zucchero potresti fare una prova, ma dimezzare mi sembra un po’ troppo perchè non vorrei che gli ingredienti si sbilancino tra loro e la torta non venga più bene. Inizierei provando ad utilizzare tre/quarti del peso indicato, poi se verrà bene ugualmente e ti sembra ancora dolce potrai provare a diminuire ancora leggermente la grammatura dello zucchero. Con questo dosaggio non garantisco la riuscita del dolce come nella dose normale, perchè non ho mai provato questa modifica! Se proverai questa vareiante fammi sapere come ti resterà! 🙂 Riguardo il fatto che non è adatta ai disturbi metabolici, in questo caso si mira di più a soddisfarre l’esigenza di persone intolleranti al glutine e al lattosio e non certo i diabetici visto la presenza di zucchero. Comunque questo non è un blog principalmente di ricette per chi soffre di disturbi alimentari, ma contiene una piccola sezione di questo campo visto le grandi intolleranze presenti al giorno d’oggi, quindi è più consigliato per chi soffre di questi disturbi in maniera lieve o solo per chi vuole eliminare questi ingredienti per varie diete. Nonostante ciò, ogni mia ricetta di questa sezione dedicata agli intolleranti è creata assieme ad una Dottoressa Biologa e Nutrizionista che supervisiona ogni ricetta al momento della pubblicazione. Ti ringrazio e ti auguro una buona serata! A presto! 🙂