Torta salata alla parmigiana

Buongiorno amici,
sono diversi giorni che sto lavorando a questo post a cui tengo particolarmente e finalmente oggi riesco a condividerlo con voi. Come ben sapete ormai sono abituato a preparare e proporvi torte, ma quella di oggi sarà un po’ diversa dal solito, proprio perché si tratta di una TORTA SALATA!

Torta salata alla parmigianaCome ben sapete mi piace proporvi idee sfiziose e diverse dal solito e quindi, come avrete già potuto immaginare leggendo il titolo, oggi prepariamo assieme la TORTA SALATA ALLA PARMIGIANA.

Torta salata alla parmigianaSolo a nominarla mi viene l’acquolina in bocca e gli occhi a cuoricino! Il perché? Semplice, la classica Parmigiana è una tra le mie portate preferite, quando a casa la prepariamo il bis è assicurato! Quindi ho pensato: se la mia parmigiana invece di essere contenuta nella classica pirofila fosse avvolta da un fantastico cestino di brisè?! Idea geniale, in tempo zero mi sono messo a sperimentarla ed a casa mia è diventata subito un nuovo must: TORTA SALATA ALLA PARMIGIANA, preparata soprattutto quando abbiamo ospiti a cena, una torta da gustare e condividere fetta dopo fetta!

lucakeIngredienti semplici ma di prima qualità, a partire dal burro che senza ombra di dubbio ormai è sempre il LURPAK, un burro fatto esclusivamente con latte fresco di centrifuga, che dona sapore e profumo alla brisè croccante, fino ad arrivare alle verdure che sono tutte provenienti principalmente dall’orto di mia mamma!

Torta salata alla parmigiana
Negli scorsi giorni ho pubblicato una mia foto, come anteprima, nell’orto di casa, che mi ritraeva immerso tra rigogliose piante di basilico; già dopo pochi minuti non sono venuti a mancare i complimenti per l’orto di mia mamma. Pieno di verdure colorate, di tutti i tipi, coltivate al naturale senza concimi chimici e curate con tanto amore. Una passione che mia mamma porta avanti ormai da anni e che le è stata trasmessa dalla mia cara nonna, che era una donna con le tradizioni di una volta: ad esempio avere un orto proprio, delle galline da cui ottenere quotidianamente uova fresche… una donna a dir poco meravigliosa che mi ha insegnato molto.

img_3339mTra le tantissime verdure voglio ricordare il bellissimo BASILICO, che è stato scambiato quasi per quello genovese, fresco e verdissimo! Mia mamma, tra luglio e agosto prepara spesso il pesto Home-Made. Volete farvi una risata? Ascoltate questa allora! Non ho mai mangiato pesto, quando l’estate dei miei 18 anni decisi di provare quello fresco che era appena stato fatto! Lo mangiai come condimento della pasta, se non ricordo male erano trofie. Fu una scoperta, mi piacque da impazzire, che ne mangiai tre piatti e fu lì “ la fregatura!” Tra il caldo e l’esagerazione delle porzioni feci indigestione e fu così che iniziai e smisi di mangiare pesto nello stesso giorno! Mai più riassaggiato!

basilicoI PEPERONI, belli e colorati, da quando mia mamma ha scoperto una ricettina per prepararli al momento in agrodolce e portarli subito in tavola, sono anch’essi protagonisti dei nostri pranzi estivi, ma non per me… perché purtroppo non li digerisco!

peperoniPOMODORI: di ogni tipo e forma! Mia mamma adora preparare un sugo a crudo per condire la pasta. Lo prepara tagliando in piccolissimi dadini i pomodori conditi con olio, sale, basilico e qualche spicchio di aglio tritato. Mentre i pomodorini datterino sono sempre presenti su bruschette o insalate.

pomodorini datterinopomodori occhio di bue
E poi ci sono le CAROTE, il loro sapore non è paragonabile a quelle che si comprano. La terra ricca di concime naturale dona loro un sapore più forte e deciso. Buona parte vengono utilizzate proprio da me per realizzare la nostra TORTA DI CAROTE LIGHT oppure le amatissime CAMILLE Home Made!

caroteBè ma ora direi di tornare alla verdura principale di oggi: le MELANZANE, anch’esse a km 0 che utilizziamo per parmigiana, melanzane alla griglia, impanate o in pastella, trifolate o ripiene!

melanzaneMi fermo qui, potrei andare avanti per ore a parlarvi della mia famiglia, del nostro orticello e delle nostre abitudini in cucina, che solitamente sono semplici e leggere.

Torta salata alla parmigianaMa torniamo alla TORTA SALATA, che mi ha già messo un certo appetito!
Pronti a cucinarla? Cominciamo!

Torta salata alla parmigianaTorta salata alla parmigiana
{Ricetta in collaborazione con Lurpak}

Dose per una tortiera da 26 cm di diametro

INGREDIENTI:

PER LA BASE:
Una dose della mia PASTA BRISÈ

PER IL SUGO DI POMODORO:
400 g di polpa di pomodoro (vellutata o pezzetti in base ai vostri gusti)
3 cucchiai di olio extra vergine
½ cipolla
4-5 foglie di basilico
q.b sale
q.b. pepe

PER LE MELANZANE:
2 melanzane (di media misura)
q.b. farina (per infarinare le melanzane)
q.b. sale
q.b. olio per friggere (non sarà necessario se deciderete di fare la versione light e cuocerle alla griglia)

PER CONDIRE LA TORTA SALATA:
q.b. formaggio di grana grattugiato
40-50 cubetti mozzarella asciutta (quella senz’acqua, tipo quella della pizza)
foglie di basilico

PROCEDIMENTO:

  1. Seguendo i passaggi della mia ricetta, preparare una dose di Pasta Brisè e lasciarla riposare in frigo per almeno 2 ore.

Nel frattempo, dedichiamoci alle preparazioni che serviranno per il condimento e il ripieno della torta salata:

  1. PER IL SUGO: In un pentolino fare soffriggere l’olio con i pezzetti di cipolla, aggiungere successivamente la polpa di pomodoro e iniziare a far cuocere il sugo lentamente. Durante la cottura aggiungere sale e pepe e aromatizzate con foglie di basilico. Lasciare cuocere fino ad ottenere un sugo dalla consistenza non troppo liquida.
  2. PER LE MELANZANE: Lavare le melanzane, asciugarle e tagliarle a fette spesse circa 1 cm o poco più. Disporle su un piatto, salarle e lasciarle riposare 10 minuti per eliminare tutta l’acqua che hanno all’interno. Successivamente asciugarle con carta da cucina e passarle nella farina.
  3. In un piccolo pentolino far scaldare l’olio e friggere per qualche minuto le fette di melanzana infarinate, girandole a metà cottura per farle cuocere in entrambi i lati. A cottura ultimata toglierle dall’olio e asciugarle con carta da cucina.
  4. ASSEMBLAGGIO: Quando la brisè avrà riposato il tempo necessario, toglierla dal frigo, lasciare ammorbidire la pasta per 5 minuti e stenderla con il mattarello di uno spessore di circa 3-4 mm.
  5. Con la pasta appena stesa, foderare una tortiera precedentemente imburrata, creare un bordino alto circa 3 cm e bucare con una forchetta il fondo della torta.
  6. Stendere sul fondo di brisè un velo leggero di sugo al pomodoro e spezzettare sopra qualche foglia di basilico.
  7. Disporre sopra lo strato di pomodoro le melanzane, precedentemente fritte, coprendo il più possibile la superficie.
  8. Ricoprire le melanzane nuovamente con il pomodoro e pezzetti di basilico.
  9. Cospargere la superficie di pomodoro con cubetti di mozzarella e grana grattugiato.
  10. Ultimare il secondo strato con fette di melanzane, sporcare il centro della melanzana con un cucchiaio di pomodoro e adagiare sopra il cubetto di mozzarella. Arricchire con pezzetti di foglie di basilico.
  11. Cuocere in forno statico a 180° per circa 30 minuti. Sfornare e servire calda/tiepida.

Torta salata alla parmigianaTorta salata alla parmigiana
Torta salata alla parmigianaTorta salata alla parmigiana
Torta salata alla parmigianaTorta salata alla parmigiana
Torta salata alla parmigianaTorta salata alla parmigiana
Torta salata alla parmigianaTorta salata alla parmigiana
Torta salata alla parmigianaTorta salata alla parmigiana
I CONSIGLI DI LUCAKE:

  • Io mi sono limitato a scrivere il procedimento base del sugo al pomodoro, ma ovviamente potete prepararlo come siete abituati di solito, inserendo ciò che più vi piace.
  • Utilizzate le fette di melanzane più grandi e irregolari per il primo strato, in modo che non si vedranno e lasciate le melanzane più tonde e precise per la superficie.
  • Per una VERSIONE LIGHT di questa torta salata, si possono tagliare le melanzane più sottili e cuocerle alla griglia!
  • È importante che la mozzarella non sia quella conservata nell’acqua, ma quella a pasta asciutta che si utilizza solitamente sulle pizze, altrimenti scaricherebbe troppa acqua durante la cottura, lasciando il ripieno troppo molle.
  • È importante stendere la brisè di uno spessore uniforme e non troppo alto, altrimenti faticherà a cuocere.
  • Se preparate la torta in una teglia apribile, quando sarà ancora calda potrete togliere il bordo, farla scivolare sul piatto da portata e metterla subito in tavola. Se non avete la teglia apribile, potete prepararla nella classica tortiera e portare in tavola direttamente la teglia con le fette già pronte e tagliate!
  • Potete personalizzare il ripieno aggiungendo ingredienti di vostro gradimento.
  • La torta salata che avanza può essere conservata e riscaldata in forno il giorno seguente.
  • Il momento migliore per gustarla è subito dopo la prima cottura in forno!
  • Rimanendo in tema di torte salate, potrebbe interessarti anche la mia ricetta della PASTA FROLLA SALATA oppure la mia CHEESCAKE SALATA ALLE ZUCCHINE, BASILICO E GRANA.

lucake
HASHTAGS #ricettelucake !!!
Ricorda di fotografare il dolce e condividerlo con noi su Instagram, aggiungendo l’hashtag #ricettelucake. Periodicamente i vostri dolci verranno raccolti tutti in un video e pubblicati sul mio profilo.

prezzemolorosmarino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*